Mission

Un’attrazione maniacale per la fibra di carbonio. La passione per lo sport. Per le sfide. Dopo oltre trent’anni nel settore e personalizzazione delle carrozzina attive non potevo avere altra Mission. Una sola: costruire una carrozzina da corsa paralimpica che fosse veloce, rigida, leggera, veramente su misura e soprattutto interamente in fibra di carbonio.

Però non volevo usare anche fibra di carbonio, non solo particolari in carbonio. Ho voluto usare solo fibra di carbonio.

Materiali

La fibra di carbonio, … e solo la fibra di carbonio.

Praticamente in tutti gli impieghi dove servono leggerezza e prestazioni ormai viene usata la fibra di carbonio. L’uso dei materiali compositi, e del carbonio in particolare, ha principalmente due impieghi: uno estetico e uno strutturale.

Fare parti strutturali non è semplicissimo. Ci vogliono esperienza, attrezzature, macchinari e procedure qualificate e certificate. Bisogna progettare e disegnare gli stampi in funzione della lavorazione che seguirà. Costruirli, calcolare come, quanto e dove laminare. Per far questo ci vogliono Aziende e Professionisti abituati a lavorare in questi modi la fibra di carbonio: posso affermare che in Italia ne ho trovati pochi che lo sappiano fare.

TELAIO:

Rigido, versatile, aerodinamico e con una forma possibilmente piacevole

GABBIA:

Anche questa diversa dalle altre. Per me non era concepibile creare una carrozzina paralimpica da corsa, destinata alle gare, destinata alle prestazioni, destinata ai record e realizzarne la gabbia di alloggio con tubi e fogli di metallo piegati, dopo aver rilevato con un metro qualche misura dell’atleta. Impensabile!

Ho voluto realizzarla costruendola attorno all’atleta stesso. Scannerizzando il suo corpo possibilmente in fase di spinta, correggendo forme e misure al pc per poterci costruire poi la gabbia attorno. Su misura. Questo è il su misura. Questa è stata la sfida!

FORCELLA:

Rigida e aerodinamica, ma soprattutto con misure ed angoli progettati e studiati da noi per creare il minor numero di attriti ed interferenze possibili.

Ruote lenticolari

Anche le ruote costruite da me. Atleti lamentavano troppa dispersione di potenza e poca scorrevolezza con le loro ruote lenticolari. Ho provato a farle possibilmente più rigide e più scorrevoli, leggere, ovviamente sempre e solo in fibra di carbonio. I test comparativi effettuati hanno dato ragione.

Corrimano

In titanio. Serve un corrimano rigido e leggero per non disperdere potenza. Che non si deformi. Ho optato per il Titanio, che nel tempo non perde la sua forma originale. Anche questo fatto da me.

Chi-Lab

Un’altra sfida. Volevo creare un procedimento per l’analisi dell’atleta in fase di spinta per trovare la giusta posizione nella carrozzina da corsa. Quella che permette all’atleta di trasferire alle ruote tutta la potenza di cui dispone senza sprechi. Di “spendere” meno energia a parità di risposta. Questo non solo in base a sensazioni personali, opinioni o teorie, ma con l’analisi dei risultati rilevati con attrezzature all’avanguardia, valutate da un software dedicato, da immagini, e confrontate dalle sensazioni dell’atleta.

Nello sport non vince il “mi sembra meglio così”, non vince il “penso questo”, … nello sport vince il cronometro!!!

VERIFICA L’EFICACIA DELLA TUA   SPINTA  FAI UN TEST AL  

SIMULATORE

Ormai gli atleti professionisti che corrono in carrozzina cercano di migliorare le loro prestazioni rendendo ottimale la posizione del corpo sulla carrozzina stessa.

Tale tentativo però viene spesso effettuato in modo “teorico” senza poter contare sull’aiuto di un SIMULATORE, di ATTREZZATURE ed esperti del settore.

La Biomeccanica è la scienza che studia il movimento con lo scopo di migliorare l’ergonometria del mezzo tecnico (nel nostro caso la carrozzina e la sua seduta) per permettere così all’atleta di esprimere la massima potenza muscolare di cui dispone.

Hai mai valutato con un test al simulatore la tua posizione in carrozzina in funzione della spinta?

Riesci a trasferire tutti i Watt di potenza alle ruote o ne perdi perché non sei seduto nella posizione più efficiente?

All’interno del Chi-Lab con l’uso del SIMULATORE e di software dedicati solo alla carrozzina paralimpica, è possibile valutare e correggere la tua posizione in carrozzina per migliorare le prestazioni.

Team

Chiarato Roberto: Tecnico Ortopedico, titolare, ideatore e responsabile del progetto, ideatore e responsabile del ChiLab.

(Tecnico Ortopedico da oltre trent’anni nel settore. Sono sempre stato attratto da qualsiasi cosa costruita in fibra di carbonio. Ho studiato, ideato e voluto il progetto dai primi disegni alla realizzazione del prodotto finale.  Sono inoltre ideatore e responsabile del ChiLab.)

Golfetto Alessandro: responsabile vendite Italia e collaboratore ChiLab

(Praticamente da sempre nel settore della tecnica costruttiva e adattamento di carrozzine sportive e non. Da sempre a contatto e confronto con i disabili. Ha maturato un’esperienza oltre ventennale nel settore specifico della carrozzine paralimpiche da corsa. Collaboratore esterno nell’avvio del progetto, ora è responsabile vendite per l’Italia e collaboratore ChiLab.)

Atleti

 

Chiarato Roberto

Tecnico Ortopedico

Produzione, studio e vendita

Via Fuà Fusinato, 5

45100 Rovigo (Ro)

Tel/Fax. 0425422497

Mail. info@chiarato.it

Orari Negozio: LUN – VEN 9.00 – 12.30 / 15.30 – 19.00